Crea sito

Sony

Il Sony Xperia SP non riceverà Android Kitkat 4.4

Il Sony Xperia SP non riceverà Android Kitkat 4.4

A sorpresa, Sony non aggiornerà Xperia SP ad Android Kitkat 4.4. I 18 mesi, però, non sono ancora passati.

00866168Pessime notizie per i possessori del Sony Xperia SP. Dopo, che, ne Xperia T, ne Xperia V hanno ricevuto Android Kitkat, adesso è il turno del modello SP, e dopo mesi e mesi di dubbi (precedentemente era quasi certa la distribuizione di Kitkat) neanche lui verrà più aggiornato , rimandendo alla versione 4.3 Jelly Bean. Sony non ha ben spiegato i motivi di questa decisione, ma, tutto ci sembra molto strano. Vari sono i motivi. Innanzitutto. l’Xperia SP è uscito a marzo del 2013, quindi rientra ancora pienamente nel supporto che dovrebbe essere garantito (per Nexus e non) per i primi 18 mesi dalla sua commercializzazione. Successivamente, il dispositivo nasce con Jelly Bean 4.1.2, e a febbraio di quest’anno, Sony lo ha aggiornarto ad Android 4.3. Non sarebbe lecito aspettarsi almeno una major release? Insomma, i motivi sono ancora sconosciuti, ma sicuramente un dispositivo con un hardware del genere avrebbe, non solo avuto nuova vita con Kitkat, molto più leggero di Jelly Bean, ma avrebbe retto l’ultima versione di Android con facilità. Insomma, Sony che lascia a desiderare per quanto riguarda i devide di fascia medio-alta in quanto ad aggiornamenti.

image_new.php

Manuel De Maria

 

Xperia Z2 ancora funzionante dopo 6 settimane in acqua

Xperia Z2 ancora funzionante dopo 6 settimane in acqua

L’attuale top di gamma di Sony, l’Xperia Z2, riesce a sopravvivere nonostante sia rimasto più di un mese sott’acqua

xperia_banner_1272x560-6281e2351432b582890ac3dbac550a92L’Xperia Z2 è uno dei pochi dispositivi che può vantare la certificazione IP58, che ha detta di Sony, viene garantita la resistenza all’acqua dolce (ma non solo e adesso vedremo) per 30 minuti in un metro di acqua. Nel corso del tempo, sono stati pubblicati tanti video riguardanti la bontà di questa caratteristica, che a questo punto è più che ottima, e garantisce davvero la massima protezione. Ma come sappiamo, i test più veritieri sono quelli fatti involontariamente. Da media svedesi ci viene dato a sapere che un uomo di Ghotemburg, avrebbe perso il suo Xperia Z2, in mare. Il telefono è stato disperso in una zone dove, l’acqua marina raggiungeva la decinadi metri di profindità. Nonostante tutto, il telefono prima di essere sperduto, era funzionante al 100%. Nonostante tutto l’uomo non è corso subito a prendere il dispositivo (molto strano). Per fortuna, il telefono è stato ritrovato da un amico che lavorava nella zona. Prima di accenderlo, l’uomo ha caricato il dispositivo, ma sorprendentemente funzionava ancora. Certo, i danni non mancavano eccome, dato che il vetro si è frantumato e diverse escoriazioni sono state rilevate. Sicuramente il Sony Xperia Z2 non è stato progettato per resistere a tali condizioni, ma è sicuramente piacevole sapere che il dispositivo, nonostante tutto, non si sia rotto!

Manuel De Maria

 

Smartwatch a confronto: la sfida di HDblog

Smartwatch a confronto: la sfida di HDblog

Andrea Galeazzi, di HDblog ci mostra le principali differenze dell’attuale generazione di Smartwatch

Con la tecnologia che avanza, sono sempre di più i gadget che i più geek (compresi noi) vorrebbero avere in tasca, ma anche al polso. Oggi infatti vi proponiamo la sfida creata da HDblog, che mette a confronto i principali smartwatch di questa generazione. In fondo all’articolo la nostra classifica e prezzi.

La nostra classifica

1° Samsung Gear 2 (e Gear Fit): Tante funzioni avanzate , quali Fitness (con S Health), il Sensore di battiti e molte altre. Batteria convincente, dai 2 ai 3,5 giorni di utilizzo. Design molto particolare. Certificazione IP67 Clicca qui per la recensione

2° Sony Smartwatch 2: Grazie al display Trans-Reflective, che ci mostra sempre l’ora anche se non è attivo. Un design forse un po’ quadrettato, ma piacevole

3° Pebble: Il Pebble ha un display E-Paper davvero fantastico. Batteria dai 5 ai 7 giorni. Ma brutto il design.

4° Samsung Gear Live (e LG G Watch): Android Wear deve ancora maturare, ma che si salva grazie ai comandi vocali, molto performanti. Bello il design per il Gear Live, meno quello per il G Watch.

Prezzi

Samsung Gear 2 e Samsung Gear Fit,

Sony Smartwatch 2

Pebble

Samsung Gear Live e LG G Watch

Quale di questi Smartwatch vi convince di più?

Manuel De Maria

 

Sony Smartband: la recensione di HDblog

Sony Smartband: la recensione di HDblog

Quest’anno sarà la nuova Smartband di Sony a fare da portabandiera nel mercato degli indossabili per i nipponici

Dopo i due principali Smartwatch, lo Smartwatch 1 e il 2, ecco che Sony ritorna nel mercato degli indossabili con la nuova Smartband presentata al MWC 2014 a Barcellona. L’anno scorso Sony non si è mossa particolarmente nel mondo Smartwatch/smartband, ma ecco che, come detto, quest’anno ritorna con la sua Smartband, che porta alcune novità.

Questo nuovo wearable di Sony si differenzia da altri bracciali per il fitness per il software ben ottimizzato, per alcune funzioni davvero interessanti e anche per le impostazioni.

smartband

Di seguito vediamo i requisiti per utilizzare questa Smartband:

Compatibilità

  • SmartBand SWR10 e l’app Android Lifelog supportano i dispositivi basati sulle versioni Android 4.4 e successive. I dispositivi devono supportare lo standard Bluetooth® 4 Low Energy.

Requisiti

  • Android 4.4
  • Bluetooth® 4.0 Low Energy (BLE)
  • App Lifelog
  • App Smart Connect
  • App host SmartBand

Spie

  • 3 LED

Impermeabile

  • Classificazione IP58

Controlli

  • Tasto Life Bookmark
  • Controlli multimediali (da premere)

Connettori

  • Bluetooth® 4.0 Low Energy (BLE)
  • Connessione/associazione NFC
  • Micro USB (solo caricamento), no trasferimento dati

Servirà quindi Android Kitkat con un Bluetooth Low Energy a bordo. Non vi resta che vedere la recensione di HDblog.it.

Rircodiamo infine che la Smartband è disponibile ad un prezzo ufficiale di 89€, ma online si trova già a 70€.
Manuel De Maria

 

Top di gamma 2014: tutti sotto i 500€, G3 529€

Top di gamma 2014: tutti sotto i 500€, G3 529€

Tutti i top di gamma (o quasi) sono già sulla soglia dei 500€. Eccetto il G3 che troviamo a 529€

Buone notizie per tutti coloro che seguono con attenzione il valzer dei prezzi che vengono attuati sugli attuali top di gamma 2014. Forse, per chi non è proprio un appassionato di tecnologia queste offerte potrebbero non essere viste, ma per chi segue constantemente blog e negozi online per visualizzare le offerte presenti, sicuramente queste notizie sono davvero  interessanti. Avremo inoltre la possibilità di acquistarli direttamente con garanzia Italia.

La questione è però semplice da capire. Grazie alla concorrenza sempre più forte delle varie aziende, ed a una necessità di far uscire nuovi prodotti nella seconda metà del 2014, i prezzi dei top di gamma sono drasticamente crollati. Tutti gli smartphone top di gamma, quindi Samsung, HTC e Sony, non superano la sogli dei 500€, mentre LG, con il suo G3 tocca quota 529€.

Vediamo come:

  • Sony Xperia Z2 | Listino Ufficiale 699€ | Stockisti Z2+ Smartband: 499€
  • HTC One M8 | Listino Ufficiale 729€ | Techmania  469€
  • Galaxy S5 | Listino Ufficiale 699€ | Techmania 485€
  • LG G3 | Listino Ufficiale 599€ | Techmania 529€

N.B. Cliccate sul prezzo per indirizzarvi direttamente alla pagina dello shop

A questo punto vien da chiedersi: come mai questi svalutamenti? Se da una parte tutto ciò è benevolo per gli utenti, ciò non lo sarà per le aziende. Dopo 2 mesi infatti, ad esempio, il Galaxy S5 è già ad un prezzo molto basso, se paragonato al prezzo di lancio. Perchè non fare come Apple, che lascia invariati i suoi prezzi, diminuendoli solo all’uscita di un nuovo top di gamma?

Comunque sia per il momento sicuramente, molta, troppa gente, compra ancora nei negozi fisici, lasciando stare gli shop online, per un motivo o per un altro.

Manuel De Maria

 

 

 

Sony PlayStation all’E3: segui con noi la diretta streaming

Sony PlayStation all’E3: segui con noi la diretta streaming

Segui con noi la Conferenza Sony PlayStation 4 all’E3 collegati diretta streaming con il Convention Centre di Los Angeles.

Sony PlayStation, in occasione della conferenza fissata alle 3:00 ora italiana, presenterà tutte le novità e annuncerà direttamente dall’appuntamento annuale tutti i nuovi progetti e i prossimi appuntamenti che riguardano tutti i prodotti del gigante giapponese facenti parte del mondo videoludico.

Sono diverse le novità attese per l’E3 della Sony, e ci si aspetta di vederla ripetere l’ottima partecipazione offerta nel 2013. Non ci resta che aspettare l’inizio della conferenza che può essere seguita in diretta su questa pagina.

Diamo appuntamento ai più coraggiosi alle ore 3:00 di questa notte per vedere in diretta streaming tutte le novità che ha in serbo per noi la Sony PlayStation.

Broadcast live streaming video on Ustream

 

Le nuove API di Sony Smartwatch 2 permettono un’ampia personalizzazione

Le nuove API di Sony Smartwatch 2 permettono un’ampia personalizzazione

Sony aggiorna il suo Smartwatch di seconda generazione. Adesso ampia la personalizzazione.

Grazie ad un aggiornamento al suo Smartwatch 2, Sony introduce un importante novità, ovvero la possibilità di personalizzare la propria interfaccia, tramite un editor. In passato, Sony limitava le scelte di personalizzazione, riducendo davvero al minimo la possibilità di configurare il proprio Smartwatch 2. Da oggi, grazie alle nuove API rilasciate dalla casa nipponica, tutto ciò non esiste più.

L’aggiornamento non è recentissimo, ma comunque ci riferiamo al video che stiamo per mostrarvi. Comunque, gli sviluppatori adesso possono creare orologi e widget personalizzati,  e avranno anche la possibilità di essere pubblicati sul Play Store.

Sony ha recentemento pubblicato un video su come utilizzare queste API, e, per ulteriori informazioni  visitate il sito Sony Developers.

Manuel De Maria

The Order: 1886. Londra: ritorno al futuro

The Order: 1886. Londra: ritorno al futuro

The Order: 1886. Ambientazione steampunk e grafica da urlo per uno dei giochi più attesi dell’anno.

Le console di nuova generazione hanno creato tanta attesa nel mondo dei videogiocatori. Ma una volta lanciate nel mercato, le esclusive sono quelle che fanno (per i primi tempi) la differenza. Oggi vi parliamo di uno dei giochi più attesi di questo 2014. The Order: 1886, la cui uscita non ha ancora una data ufficiale, è come detto, uno dei titoli più aspettati dal mondo videoludico.

L’ambientazione steampunk, che possiamo intravedere anche dal link in basso (che vi conduce al trailer), ci porta a ritenere di essere di frotne a uno dei titoli che lotteranno per diventare gioco del 2014.

Ordine, mezzosangue e ribelli

Sir Galahad è al comando di una squadra dell’Ordine, Questa milizia è dotata di potenti armi da fuoco, avveniristiche rispetto alla Londra del 1886 nella quale è ambientato il gioco, e deve tenere sotto controllo due fazioni potenzialmente sovversive. La prima è quella dei mezzosangue, umani che grazie a elisir invecchiano lentamente e hanno la capacità di guarire rapidamente da qualsiasi ferita. La seconda è costituita da bande inferocite di ribelli, formate dai ceti più poveri della popolazione, ormai esasperati e stufi di essere sempre ai margini della società.

Londra: ritorno al futuro

Nella Londra di The Order: 1886, la tecnologia, rispetto alla nostra realtà storica, è progredita più rapidamente. Cìè già corrente elettrica e il ronzio che ascoltiamo quando ci avviciniamo a una fonte energetica, come ad esempio una lampada, è inquietante ma allo stesso tempo emozionante. Il panorama londinese potrebbe sembrare familiare, con tanto di Big Ben e cattedrale di St. Paul, ma è punteggiato anche da riflettori che di notte illuminano la città e il cielo, e da piloni  d’attracco per i dirigibili. Uno scenario affascinante e graficalmente perfetto, nel quale dobbiamo muoverci facendo grande attenzione. L’ambientazione di The Order: 1886 e la potenza della nuova PS4 è la garanzia per la creazione di un mondo dove muoversi e spostarsi come se fosse reale.

A seguito il link del trailer

The Order: 1886. Il trailer (da Youtube)

Non è stata fornita una data ufficiale di rilascio di The Order: 1886. Uscirà comunque nel 2014 e sarà un’esclusiva Sony con PlayStation 4

Manuel De Maria

Sony: Un 2014 che fa sperare.

Sony: Un 2014 che fa sperare.

Sony può ben sperare quest’anno con tanti (buoni) device presentati al MWC 2014.

Tre i device presentati al Mobile World Congress 2014: Il top di gamma, successore di Sony Xperia Z1, ovvero il Sony Xperia Z2, il modello di fascia media, ovvero il Sony Xperia M2 (successore di M), ed infine il Sony Xperia Z2 Tablet. Un indossabile presentato, ovvero lo Smartband SWR10, il bracciale per il fitness, che avrà come avversari, tanti altri device, cominciando dal Gear Fit.

xperia-z2-gallery-05-waterproof-super-durable-1240x840-e7a7800851058db44b43a4da0a970888

Sony Xperia Z2, è uno dei device più potenti al momento in circolazione. Riprende il design dei vecchi Xperia, ma, grazie anche alla certificazioni per impermeabilità e resistenza alla polvere, il device, ancora più chiuso, diventa sempre più bello.

Caratteristiche simili ai rivali, il Sony Xperia Z2 monterà un processore Qualcomm Snapdragon 801, Quad-Core da 2.3 GHz, display Full HD, con tecnologia Triluminos, ereditata dai TV Bravia. Possibilità di registrare i video in 4K, grazie alla fotocamera di 20,7 MP, riusciremo anche a girare video in slow motion a 120 fotogrammi al secondo.

Tante altre le novità, tra cui, il Digital Noise Cancelling che va ad eliminare i rumori in chiamata do sottofondo. Pieno supporto alle reti 4G/LTE. La batteria ammonta addirittura a 3200 mAh, e lo spessore non supera gli 8,5 mm, andando a toccare gli 8,2 mm di spessore.

Un device davvero interessante, ma ci sono anche diversi contenuti scaricabili. Parliamo dei servizi, quali, Sony Pictures e Sony Music Unlimited.

Dallo smartphone, passiamo al tablet di casa Sony, il Sony Xperia Z2 Tablet. Un dispositivo con un display da 10,1 “,con tecnologia Live Colour LED, risoluzione Full HD, e anche lui Triluminos, che ci offre dei colori davvero fantastici. Anche il display del tablet è impermeabile e resistente alla polvere. Se andiamo a guardare le misure, va addirittura a superare lo smartphone per lo spessore. Solamente 6,4 mm. E le caratteristiche sono davvero interessanti. Processore Snapdragon 801, 2.3 GHz, 3 GB di RAM e una fotocamera da 8,1 MP.

Per affiancare il device, troviamo due interessanti accessori. Il primo è una docking Bluetooth che funge da ricarica Wireless, altoparlante e vivavoce. Il secondo è una tastiera che fa anche da cover, e lo trasforma in un mini-PC.

Parliamo infine di Sony Xperia M2. Successore di M, mantiene il design, ma va a perdere una caratteristica che rappreenta gli altri due dispositivi, ovvero l’impermeabilità. Un device di fascia media, guardando le caratteristiche. Un display QHD, da 4.8 “, processore Quad-Core da 1.2 GHz e fotocamera da 8 MP e connessione LTE.

Le novità Sony saranno disponibili a breve.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Sony Digital Paper: alleggerisci il tuo lavoro

Sony Digital Paper: alleggerisci il tuo lavoro

Sony Digital Paper: presentato il block-notes digitale.

Sony Digital Paper

Il colosso giapponese pensa ai lavoratori e con Sony Digital Paper permetterà a tutti i professionisti di alleggerire il loro lavoro. Parliamo di un vero e proprio block-notes digitale con schermo da 13,3″ che offrirà un servizio essenziale in tutti gli ambienti di lavoro ad alto uso di carta.

In un mondo sommerso con la carta, Sony introduce un nuovo modo rivoluzionario di lavorare. Sony Digital Paper, in combinazione con una soluzione di gestione documentale, vi dà la possibilità di annotare, condividere e salvare i documenti – il tutto da un pratico dispositivo abbastanza leggero da portare ovunque!

Sony Digital PaperAlleggerire è proprio la parola chiave del Sony Digital Paper: meno di 400 grammi in uno spessori pari a 30 fogli di carta.

  • alta leggibilità
  • leggero, flessibile e ultra-sottile
  • wi-fi
  • batteria con autonomia fino a 3 settimane
  • cloud storage fino a 2800 file PDF da 1 MB
  • memoria interna da 4 GB oltre al lettore SD

Oltre ai file PDF, potremo convertire ogni file del pacchetto Office nel formato PDF,  salvarli, visualizzarli e lavorali direttamente sul Digital Paper. Una porta USB e il wi-fi integrato permetteranno un rapido accesso ai file.

Leggere e lavorare sui nuovi documenti senza la necessità di scorrere per leggere grazie al display da 13.3″ che permette la lettura a schermo intero dei documenti in formato PDF.

Usare lo stilo come una vera e propria penna per scrivere in modo fluido e direttamente sullo schermo, così da poter modicare, evidenziare e cancellare il testo nella maniera più naturale possibile.

Il Sony Digital Paper è un prodotto fantastico e presenta tutte le potenzialità per diventare un oggetto cult per tutti i professionisti. Se siete impazienti di scoprire tutte le caratteristiche del Sony Digital Paper potete guardare il video hands-on di Notebook Italia.

Buona visione!

Per conoscere tutti i dettagli del Sony Digital Paper visitate la pagina ufficiale della Sony.

 

Back to Top