Crea sito

Google

Android L potrebbe introdurre il Multi utente nei prossimi Smartphone

Android L potrebbe introdurre il Multi utente nei prossimi Smartphone

Gli Smartphone che equipaggeranno Android L potrebbero avere il supporto al Multi utente

Multiutente_android_main_dan_morril-638x425Google già da molto tempo sui tablet ha introdotto la comodissima funzione del Multi utente, come, che funge tale e quale alla funzione che troviamo sui Desktop. Ma in che versione implementarlo? Come tutti sappiamo, la versione “L” di Android (che non sarebbe altro che la prossima versione Android senza nominativo, per il momento) è stata presentata al Google I/O di quest’anno. È già uscita una Developer Preview, che è comunque installabile da tutti sul proprio Nexus 5, ma ovviamente non troviamo versioni ufficiali e definitive in giro. Come potrete vedere dall’immagine in basso, sembra che Google abbia quindi in programma di implementare il Multi utente, che ha detta dagli sviluppatori di Big G, la cosa è ufficiale.

nexusae0_multi_thumb

Inoltre, sempre ingegneri di Google hanno rilasciato la seguente dichiarazione.

The development team has implemented this feature and it will be available as a part of the next public build.

Il funzionamento. dunque, sarà uguale a quello tablet,dove potremo gestire due account diversi, con due personalizzazioni diverse. Interessante sarà anche vedere come le tante aziende implementeranno e personalizzeranno questa opzione.

Manuel De Maria

 

 

Nel Play Store arriva la categoria “Giochi Offline”

Nel Play Store arriva la categoria “Giochi Offline”

Senza rete non potete giocare? Ecco che Google aggiunge la categoria Giochi Offline nel Play Store

gplayAl giorno d’oggi se non avete una connessione dati sul vostro smartphone, non potete praticamente fare nulla, se non telefonare ed inviare SMS. Pensando poi che i vari giochi che troviamo nel Play Store, richiedano tanti MB, la nostra tariffa con operatore potrebbe non bastare, e quante volte, a fine mese (o settimana) ci ritroviamo con pochi KB a disposizione?

Google fortunatamente pensa anche a ciò, e per questa ragione aggiunge nel Play Store, la sezione Giochi Offline. I giochi che ritroverete lì, non avranno bisogno di connettersi ad internet (e consumerete dati solamente per scaricarlo dal Play Store). Sicuramente una scelta che va controtendenza, ma è siuramente utile, e a volte vitale questa possibilità. Per il momento i titoli che troverete all’interno di quella sezione non sono tanti, ma sicuramente in futuro ne troveremo altri disponibili. Per tutti i giochi cliccate qui.

Manuel De Maria

Spot Google Wallet: fare acquisti online adesso è più facile

Spot Google Wallet: fare acquisti online adesso è più facile

Google Wallet è il nuovo modo più semplice e sicuro per fare acquisti online, inviare denaro ai tuoi amici o parenti, effettuare pagamenti online, gestire promozioni e carte regalo. Ecco il video promozionale.

Per ulteriori informazioni: http://google.com/wallet
Per scaricare l’app su Android: http://goo.gl/uuqYO4
Per scaricare su iOS: http://goo.gl/Pj2R3q

Distribuzione Android: KitKat ferma al 18%

Distribuzione Android: KitKat ferma al 18%

Ecco i dati di distribuzione Android pubblicate da Google. Sale la percentuale d’uso di KiKat, mentre Jelly Bean resta l’aggiornamento più diffuso.Grafico Distribuzione Android KitKat

Google, puntuale come un orologio svizzero, ha pubblicato i dati relativi alla distribuzione delle varie versioni di Android sui dispositivi ad esso compatibile.

In merito alla versione più recente di Android, si rileva una percentuale di distribuzione pari al 17,9%, con un sensibile incremento mensile del 4,3%. Nonostante questo dato incoraggiante, è comunque bassa la percentuale di utenti che hanno effettuato l’aggiornamento a KitKat, mentre resta quasi invariata il tasso di uso di Jelly Bean che vede una lieve flessione mensile dell’1,9%.

Lievi cali anche per FroyoIce Cream Sandwich, che sono diminuiti rispettivamente dello 0,1% e dello 0,9%, mentre è più significativo il decremento della distribuzione di Gingerbread che passa dal 14,9% al 13,5%.

Notare che i dati di distribuzione Android mostrano i dispositivi che hanno effettuato accesso l’ultima versione di Play Store nel corso dell’ultima settimana, quindi non tengono in considerazione i dispositivi con una versione del sistema operativo inferiore a 2.2, in quanto non supportano l’ultima Google Play Store app.

Google apre la sezione ufficiale delle app Android Wear su Play Store

Google apre la sezione ufficiale delle app Android Wear su Play Store

Disponibile su Play Store l’app Android Wear e la sezione dedicata a tutte le app compatibili con il sistema operativo per dispositivi indossabili sviluppato da Google.

Google ha riservato un paio di novità su Play Store per tutti i possessori di dispositivi Android Wear. Big G ha infatti aperto su Play Store una sezione dedicata alle applicazioni progettate per Android Wear.

La sezione non è attualmente molto popolata ma include comunque alcune applicazioni importanti come Evernote, Google Maps e Google Hangouts (clicca qui per scoprire le app compatibili con Android Wear).

Android Wear App - Sezione Play Store

Oltre alla apertura di una sezione dedicata alle app Android Wear, Google ha rilasciato l’applicazione ufficiale di Android Wear.

Con l’app Android Wear sarà possibile collegarsi da Android direttamente sul vostro dispositivo indossabile e controllare opzioni di controllo vocale, modificare le impostazioni delle notifiche, e configurare le varie impostazioni del vostro orologio (clicca qui per scaricare l’app Android Wear).

Android Wear App

Material Design: ecco il nuovo aspetto grafico del mondo Google

Material Design: ecco il nuovo aspetto grafico del mondo Google

Spazi razionalizzati, colori sgargianti ma uniformi, sistema di movimento ricco di animazioni e transizioni: tutto questo è Material Design, il nuovo aspetto grafico introdotto da Google.

Material Design Google

Material Design è il codice grafico introdotto durante Google I/O. L’obiettivo di Big G è quello di offrire ai propri utenti un aspetto grafico uniforme per tutti i propri prodotti.

Material Design, quindi,  non è altro che l’insieme delle linee guida a cui gli sviluppatori saranno tenuti ad ispirarsi nella creazione di applicazioni, in modo da rendere questi prodotti il più possibile coerenti con l’aspetto grafico dell’ecosistema Google.

Come dichiarato da Google, in Material Design è ben visibile lo sforzo di creare un linguaggio visivo per gli utenti che riesca a sintetizzare design di qualità e innovazione: spazi razionalizzati, colori sgargianti ma uniformi e un sistema di movimento ricco di animazioni e transizioni capace di rendere l’interazione tattile il più reale possibile.

Questo è Material Design.

Clicca qui per maggiori dettagli.

Moto 360: ecco la video dimostrazione ufficiale dello smartwatch presentato al Google I/O

Moto 360: ecco la video dimostrazione ufficiale dello smartwatch presentato al Google I/O

Ecco il video ufficiale di dimostrazione di Moto 360, il nuovo nuovo smartwatch presentato da Motorola durante Google I/O.

Presentato durante l’evento Google I/O di San Francisco, Moto 360 è la novità di Motorola svelata per accompagnare il lancio di Android Wear, il sistema operativo sviluppato da Google per i dispositivi indossabili.

Moto 360 si contraddistingue grazie ad un un display rotondo gradevole ed elegante e per ricercatezza dei materiali.

Moto 360  sarà in grado di risponde alla tua voce. Basterà pronunciare “Ok Google” per fare richiedere informazioni varie, fissare appuntamenti, inviare messaggi e tanto altro ancora.

Ecco un il video ufficiale pubblicato da Motorola Mobility che mostra il nuovo smartwatch Moto 360.

Moto 360 video hands-on: ecco il nuovo smartwatch presentato al Google I/O

Moto 360 video hands-on: ecco il nuovo smartwatch presentato al Google I/O

Ecco un video hands-on che svela il fantastico Moto 360, smartwatch con sistema operativo Andoird Wear presentato durante il Google I/O.

Video pubblicato da Techno Buffalo

Lo smartwatch che tutti aspettavano è stato presentato durante il Google I/O. Il nuovo dispositivo indossabile non ha goduto di molto spazio, molto probabilmente a causa del fatto che il Moto 360 non è ancora pronto per il rilascio al consumatore.

Google ha comunicato che Moto 360 sarà disponibile per questa estate, quindi per adesso non ci resta che scoprire tutte le novità introdotte da Google nel video hands-on che trovate qui sopra.

Quantum Paper: ecco quale sarà il nuovo design di Android

Quantum Paper: ecco quale sarà il nuovo design di Android

Quantum Paper sarà la nuovo linea di design che Google vuole applicare al proprio sistema operativo mobile, app e servizi web.

Quantum Paper

Quantum Paper sarà una vera e propria rivoluzione estetica, così come è accaduto con Holo. L’idea di Big G è quella di rendere uniforme il design di Android, permettendo all’utente di godere di una esperienza basata sulla coerenza stilistica di tutte le piattaforme mobili.

“Quantum Paper è un progetto incredibilmente ambizioso teso a unificare e codificare i paradigmi per la parte visiva e di interazione tra le piattaforme, incluso Web, Android e iOS”

Il nuovo design dovrebbe essere introdotto con la prossima release Android L e dovrebbe essere rilasciata nei prossimi mesi, forse in autunno. Quantum Paper supporterà anche il sistema operativo mobile della Apple e con tutta probabilità verrà rilasciato un Development Kit con strumenti di sviluppo dedicati al progetto Google.

Ecco alcuni screenshot raccolti sul web:

Lo sviluppo delle linee guida estetiche che saranno dettate da Quantum Paper sono già in via di definizione e gli utenti Android più attenti avranno già notato cambiamenti che vanno verso questa direzione con gli ultimi aggiornamenti delle applicazioni Google.

Sembra che il cuore pulsante di Quantum Paper sia Polymer, una libreria che basa sulle ultime tecnologie web per farvi creare elementi HTML personalizzati. Polymer permettte di realizzare qualsiasi cosa, da un pulsante a una un’applicazione completa considerando ogni elemento come parte riutilizzabile funzionante sia su desktop che su mobile.

Moto 360: ecco la prima apparizione in pubblico

Moto 360: ecco la prima apparizione in pubblico

Ecco il video della prima apparizione in pubblico per Moto 360, uno dei più attesi e chiacchierati smartwatch del momento.

video NBC

Moto 360 fa la sua prima apparizione. Ad avere l’onore di indossarlo è stato Joshua Topolsky durante il Tonight Show di Jimmy Fallon, seguito appuntamento delle reti NBC.

Come potete vedere nel video, l’editore di The Verge, indossa il Moto 360 durante la presentazione del Project Morpheus della Sony.

Moto 360 è uno smartwatch basato su Android Wear annunciato da Motorola nel 2014. Si tratta di uno dei primi ad essere annunciato con Android Wear, una versione modificata di Android progettata specificamente per smartwatch e altri dispositivi indossabili.

Moto 360 avrà un design rotondo. Il sistema di notifiche sarà basato su Google Now, che consentirà di accettare, ricevere, tradurre ed, infine, elaborare i comandi verbali dati dall’utente.

Moto 360 sarà disponibile in vari design in tutto il mondo, partendo dagli USA entro questa estate e sarà presentato durante l’evento Google I/O 2014.

Clicca qui per maggiori informazioni su Moto 360.

Back to Top