Crea sito

App

Classifica app gratuite più scaricate della settimana su Play Store

Classifica app gratuite più scaricate della settimana su Play Store

Ecco la classifica della app gratuite più scaricate della settima su Play Store e i relativi link per il download:

Grande Fratello 13 - The game

GRATIS

Candy Crush Saga

Recent: Per per gestire le attività recenti su Android

Recent: Per per gestire le attività recenti su Android

Recent è una delle nuove app che vi permette di gestire le ultime attività che avete fatto sul terminale, ovvero, le ultime foto, le ultime app che abbiamo usato o installato. La UI è formata da due elementi. Il primo, consente di avere uno schema circolare, in cui abbiamo 4 piccoli tab dentro, e le app intorno. L’opzione è permessa solo nella schermata home del vostro launcher, quindi non sarà disponibile avere questa possibilità in applicazioni di terze parti Il secondo elemento ci permette di avere una visualizzazione classica della schermata, avendo anche qui 4 tab diversi, e nel frattempo, dei sottomenù dei 4 tab.

Un’app gratuita che ci permette di gestire facilmente gli ultimi movimenti fatti sul dispositivo, con facilità e velocità. Se siete interessati vi lascio il link al Play Store, insieme ad alcune immagini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Clicca per installare (Google Play Store)

 

Finalmente Speedtest è disponibile anche per iPad

Finalmente Speedtest è disponibile anche per iPad

Istantanea iPad 2

Istantanea iPad da iTunes

Speedtest, la nota applicazione per la verifica della velocità di upload e download della rete a cui si è connessi è stata aggiornata alla versione 3.2.0. La celebre app è stata resa finalmente disponibile per gli utenti iPad con una versione che supporta finalmente anche la visualizzazione ottimizzata per i tablet con la mela morsicata. Possessori di iPad che fino ad ora si vedevano obbligati a dover utilizzare la versione per iPhone in modalità ingrandita. Con  il nuovo aggiornamento l’applicazione supporta sia la modalità orizzontale che la modalità verticale.

Oltre a queste novità, sono stati implementati i seguenti miglioramenti:

– Tachimetro ora regola dinamicamente per connessioni ad alta velocità
– Interfaccia utente migliorata la selezione del server
– Molte ottimizzazioni delle prestazioni e correzioni di bug

Clicca qui per scaricare gratuitamente l’applicazione.

Svegliati nel momento migliore con un app

Molti italiani si svegliano presto, magari per andare a lavorare. Ma per qualche ragione le sveglie (o radiosveglie che siano) non suonano? Oggi parliamo di un app (trovate il link per installarla in basso) che è abbastanza intelligente. Il nome infatti ci dice qualcosa. “Sveglia intelligente” si chiama. Oltre ad essere una semplice sveglia, l’app ci da la possibilità di svegliarci nel momento miglior momento, utilizzando un algoritmo per il sensore del sonno, sfruttando il microfono e l’accelerometro del nostro device. Grazie a questi sensori ora citati, l’applicazione capta in che momento siamo, e cerca il momento migliore per svegliarci in modo simpatico, mentre il sonno è leggero. Oltre a tutto l’app ci permette di salvare un registro delle nostre ore di sonno, in più registrerà un suono solo se questo dura più di 5 secondi. Sono presenti anche più di cento traccie sonore, per permetterci un risveglio simpatico e gradevole. Abbiamo inoltre la possibilità delle previsioni meteorologiche, e come detto anche registrare statistiche riguardanti le fasi di sonno. Un app davvero simpatica e funzionale. Ecco le immagini insieme al link per il download.

Clicca per installare (da Google Play Store)

 

Le Ricette di Martina: una nuova gustosa app con 150 buone ricette. Scopri il cuoco che è in te!

Le Ricette di Martina: una nuova gustosa app con 150 buone ricette. Scopri il cuoco che è in te!

Oggi vi parliamo di una delle migliori app che abbiamo incontrato nel vasto mondo delle applicazione per gli amanti della cucina.

La nuova app “Le Ricette di Martina” mette a disposizione di tutti, principianti e cuochi, oltre 150 ricette originali, per stupire parenti e amici in cucina.

Non sai cosa cucinare oggi ai tuoi figli? Vengono a trovarti i suoceri? Hai invitato gli amici a cena e ti mancano le idee? Oppure, vuoi semplice gustarti un piatto buono e genuino?

In questa nuova app ogni ricetta è realizzata con cura e attenzione dalla capacissima Martina Toppi ci svela, in una collezione di gustosissimi piatti che spaziano dall’antipasto fino al dolce, ciò che la cucina rappresenta per lei: passione e amore per le ricette della tradizione, ma anche innovazione e apertura alle cucine delle altre culture.

Le foto sono reali, del piatto appena preparato e realizzate dalla stessa autrice, non delle semplici immagini a carattere puramente illustrativo; questo a garanzia della buona riuscita della ricetta. All’interno dell’app, sono presenti anche interessanti utility, che permettono di scoprire quali sono  la frutta e la verdura di stagione, mese per mese, oppure ti svelano come pesare alcuni ingredienti essenziali senza l’utilizzo della bilancia (per quando non la si ha a disposizione!).

Un utile convertitore, inoltre, fornisce la conversione delle più importanti unità di misura, anche estere, che si utilizzano in cucina, e la funzionalità di ricerca permette di trovare in un batter d’occhio il piatto che vogliamo cucinare.

Ecco le caratteristiche principali:

Più di 150 ricette, catalogate in 18 categorie.

Cura e attenzione ai dettagli, per portare a termine con successo ogni ricetta.

Fotografie reali e ad alta risoluzione dei piatti appena cucinati e foto tutorial laddove sono necessarie a chiarire i passaggi, altrimenti difficili da spiegare a parole.

Dettatura vocale della preparazione di una ricetta.

Condivisione sui social network.

Ti piace una ricetta? Inseriscila tra i preferiti con un semplice tap.

Utility che ti semplificano la vita e ti aiutano nelle preparazioni di tutti i giorni.

Tante nuove funzioni in arrivo con i prossimi aggiornamenti.

L’app “Le Ricette di Martina” è disponibile su App Store, in offerta lancio al prezzo di 2,69€.

Link App Store: https://itunes.apple.com/it/app/le-ricette-di-martina/id806459159?mt=8

Spillover: la scienza vicina ai ragazzi. Spy-game e laboratori il 15 marzo da Fnac

Spillover: la scienza vicina ai ragazzi. Spy-game e laboratori il 15 marzo da Fnac

Spillover_Laboratorio

Sabato 15 marzo nel negozio Fnac di Milano laboratori gratuiti di animazione scientifica per formare…futuri eroi!

Dalle 10:30 alle 18 Spillover, la nuova serie di spy-game in formato app, cerca giovani reclute per Agenzia Segreta. 

Obiettivo? Salvare il mondo, ovviamente!

Identikit: ragazzi tra i 10 e i 15 anni armati di iPad e curiosità

“The Agency – Operazione: vanishing Lady”, è una nuova app di Spillover disponibile su iTunes che, attraverso un avvincente videogioco a livelli, ha l’obiettivo di incuriosire e coinvolgere i giovani. Attraverso formule scientifiche, enigmi da risolvere, laboratori virtuali ed esperimenti reali – basati su invenzioni e scoperte scientifiche attuali – i giocatori, calati nei panni di agenti segreti al servizio di “The Agency”, si divertiranno a superare le missioni e, allo stesso tempo, impareranno che la scienza può concretamente aiutare a salvare il pianeta.

Sabato 15 marzo, nel negozio Fnac di Via Torino a Milano, tutti gli interessati sono invitati dalle ore 10:30 alle 18 per vedere in anteprima come funziona The Agency.

Oltre alla app, si potrà provare a fare esperimenti dal vivo sui microrganismi.

E’ consigliato presentarsi muniti di iPad. Una promoter sarà comunque a disposizione per mostrare il funzionamento della app.

Tutti i ragazzi che aspirano a diventare eroi non possono mancare a questo appuntamento!

Per informazioni e iscrizioni ai laboratori di animazione scientifica: tel. 02 92871588

WhatsApp acquistata da Facebook per miliardi di dollari

WhatsApp acquistata da Facebook per miliardi di dollari

WhatsApp acquistata da Facebook per 16/19 miliardi di dollari, queste sono all’incirca le cifre per l’acquisizione del social network, la spesa è divisa tra pagamento puro in dollari e azioni che verranno date in cambio. A dare la notizia è stato direttamente Mark Zuckerberg annunciando una delle acquisizioni più grandi della storia del mercato mobile.

Tempo fa anche Google aveva offerto una cifra di 10 miliardi di dollari per l’acquisto del social network.

In rete però è sorto un dubbio: ma Facebook non si è accorta che era già possibile acquistare WhatsApp al prezzo di 0,89€ l’anno su AppStore, PlayStore, WindowsStore ecc, senza sborsare una cifra leggermente superiore?

IMG_0566

Malware di san Valentino per WhatsApp

Malware di san Valentino per WhatsApp

In questi giorni sta girando questo video:

Alcune persone hanno riscontrato questo messaggio dopo l’apertura o dopo l’invio del video:

Ci scusiamo per l’inconveniente. Il nostro sistema ha automaticamente bloccato il tuo numero perché in violazione dei nostri termini di Servizio . Dopo ulteriore verifica, abbiamo scoperto che questa azione è stata incorretta e abbiamo sbloccato il tuo numero.

A molti non è successo nulla però altri lamentano questo problema, per evitare l’inconveniente bisogna cancellare il video su WhatsApp e sulla Galleria del vostro Smartphone.

Schermata 2014-02-16 alle 10.37.45Nel prossimo aggiornamento WhatsApp introdurrà la privacy, infatti sarà possibile scegliere tra:

  1. Non mostrare l’immagine del profilo, potremo fare in modo che le persone che aggiungono il nostro numero nella loro rubrica, non visualizzino la nostra foto profilo fino a quando non li avremo aggiunti a nostra volta all’interno della nostra rubrica.
  2. Non mostrare lo Stato a tutti.
  3. Non mostrare lo stato dell’ultima visualizzazione.
Spillover, videogiochi per avvicinare i ragazzi alla scienza

Spillover, videogiochi per avvicinare i ragazzi alla scienza

Fonte: Oggi Scienza. Pubblicato da Gianluca Dotti su 11 febbraio 2014

foto 1

CULTURA – “Selezioniamo la ricerca scientifica più attuale e di frontiera, poi la trasformiamo in applicazioni ludiche per ragazzi dai 10 ai 15 anni”: cosi Selene Biffi ha presentato a OggiScienza la sua ultima startup, Spillover.

Statistiche alla mano, al 40% dei giovani europei in età da scuole medie e superiori non piacciono le materie scientifiche, che sono considerate troppo noiose, astruse e lontane dalla realtà. “Per questo l’idea di diventare ricercatori o di intraprendere una carriera nell’ambito scientifico – spiega l’imprenditrice – spesso non viene nemmeno presa in considerazione. E tra le conseguenze c’è la perdita di competitività e di posti di lavoro, ma soprattutto di efficacia nel proporsi come sistema di innovazione e ricerca”.

Ma che cos’è Spillover? Secondo la legge è una cosiddetta start-up innovativa a vocazione sociale, nel concreto si tratta di un’impresa che crea una serie di videogiochi sotto forma di applicazioni per iPad. Il progetto è stato presentato ufficialmente a Smau Milano lo scorso ottobre, quando ha anche vinto il premio Lamarck dedicato alle più promettenti imprese innovative. La prima applicazione sarà presentata (e diventerà scaricabile) il prossimo 13 marzo, seguita poi da altre due in arrivo prima della fine dell’anno.

Il primo videogioco, che ci siamo fatti raccontare più nel dettaglio, sarà ispirato a una ricerca tutta italiana, condotta da uno spin-off dell’Università di Milano chiamato Micro4yoU. I ricercatori hanno scoperto e brevettato particolari cellule microbiche da utilizzare come agenti di pulitura sulle superfici dei monumenti. “Sostanzialmente questi microbi mangiano i solfati, i nitrati e le particelle carboniose che creano una patina nera sui monumenti negli ambienti urbani. E da qui è nata l’idea di costruire un videogioco che racconti ai ragazzi le ricadute pratiche e l’impatto ambientale di questa scoperta”, ha spiegato Selene Biffi. Niente bosone di Higgs o teoria della relatività, insomma, ma piuttosto robotica, informatica, biologia e scienza che abbia un impatto sociale forte.

D’altra parte la giovane imprenditrice sociale, che a 31 anni è già alla sua quinta esperienza di start-up, ha le idee molto chiare su quale sia la mission della nuova impresa: “Non vogliamo certo istruire gli scienziati del futuro, ma piuttosto provare a cambiare la mentalità e la visione della scienza da parte dei giovani. La nostra idea è quindi creare un prodotto che riesca a conciliare la comunicazione scientifica con l’aspetto ludico. Per questo il team è composto da nove persone con competenze molto diverse, non solo scientifiche ma anche grafiche, artistiche e di divulgazione scientifica. Attualmente abbiamo dei tecnici che si occupano di verificare la correttezza scientifica dei nostri videogiochi, ma in futuro vorremmo creare un canale di comunicazione biunivoco tra Spillover e i centri di ricerca, facendo partecipare gli autori della scoperta scientifica anche alla produzione del videogioco”.

Le diverse app poi saranno collegate da un filo conduttore, un’immaginaria agenzia segreta che unisce i migliori cervelli del pianeta per cercare soluzioni scientifiche ai problemi del mondo. E accanto all’aspetto ludico sono previsti anche test che valutano in maniera quantitativa l’apprendimento dei ragazzi.

I videogiochi saranno distribuiti con un modello freemium: le applicazioni saranno scaricabili gratuitamente con inclusa una versione demo, mentre i livelli di gioco restanti saranno a pagamento. “Se tutto va bene – conclude Selene Biffi – vorremmo introdurre 3 app nel corso di quest’anno, poi 6 app nel 2015 e 8 nel 2016. Ma i videogiochi, dal nostro punto di vista, sono solo una base di partenza per dare origine a un metodo di istruzione informale che sia complementare ai programmi di scienza scolastici”. L’insegnamento e l’apprendimento attraverso la gamification, infatti, passa anche attraverso eventi sul territorio a contatto diretto con gli studenti. In arrivo, pare, già nei prossimi mesi.

Crediti immagine: Spillover

Un ringraziamento alla redazione di OggiScienza.

Back to Top